Registrazione  |  Login

 
  

mercoledì 18 ottobre 2017
 
 

 
La Conversione di San Paolo    

Programma dei festeggiamenti
 

Inaugurazione lavori di restauro    

Locandina inaugurazione
 

 
Calendario liturgico ed eventi    

 
  Oggi  Visualizza Data: 

setottobre 2017nov
lunmarmergiovensabdom
2526272829301
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
303112345

 

 

IL IL RIONE ATTORNO ALLA SUA CHIESA    

IL RIONE ATTORNO ALLA SUA CHIESA

Si rinnova alla fine di gennaio l’appuntamento con la festa della Confraternita di San Paolo.

Il titolo che a partire dai primi anni ‘70 i confratelli hanno dato alla loro festa, UN RIONE ATTORNO ALLA SUA CHIESA, sta a significare lo scopo che si vuole raggiungere con un appuntamento che potrà sembrare fuori dal tempo, ma che, invece, è di un’attualità significativa: coinvolgere attorno alla chiesa della confraternita la gente del rione.
Accanto a questo obiettivo un altro con altrettanto valido e importante significato e cioè quello di inserire la festa rionale nel contesto di una ecclesialità parrocchiale sempre più sentita e non più riservata a pochi intimi.   
Infatti c’é una domanda latente che molti si pongono, nell’era della globalizzazione: che significato assumono oggi queste forme di associazionismo che hanno superato i quattrocento anni di età e che si chiamano Confraternite?
La risposta sta scritta statuti delle Confraternite, statuti che resistono al passare del tempo,
Nella Costituzione Tredicesima approvata dal XVI Sinodo Diocesano al capitolo 4 si legge che la “nostra Chiesa Vigevanese si esprime e si articola in molte comunità” ed in particolare al punto 4.5 “le piccole comunità e i gruppi ecclesiali radunati sulla base di affinità e di desiderio di intensa esperienza comunitaria. Sono una forma di partecipazione alla vita e alla missione della Chiesa di cui interpretano il mistero di comunione e di missione. Sono chiamati a vivere come cellule delle comunità parrocchiali e diocesane”.
La Confraternita di San Paolo vive la realtà parrocchiale gambolese sia attraverso la celebrazione eucaristica domenicale, sia attraverso gesti di carità e solidarietà verso il prossimo.  
Oltre a quello di curare e zelare il culto religioso, quello di curare, e con non pochi sforzi, la conservazione di una chiesa di inestimabile valore storico e religioso.
L’appuntamento annuale con le festa della Confraternita vuole porre in evidenza anche gli sforzi, che non sono pochi, a cui si sottopongono i Confratelli per la conservazione della chiesa di inestimabile valore storico e religioso.
L’ultimo capitolo di questa storia è stato scritto nei mesi scorsi: il restauro del campanile della chiesa.
Un intervento economico notevole per la Confraternita, circa 50 mila euro, che è stato possibile realizzare grazie all’intervento della Fondazione Comunitaria della Provincia di Pavia Onlus e della Fondazione Cariplo e alla generosità di tanti privati cittadini.
Ed infine per ultimo, ma non ultimo, il messaggio che la Confraternita intende lanciare, e cioè che le Confraternite per la loro natura e per la loro tradizione non potranno mai aderire ad iniziative e manifestazioni che non abbiano un loro spirito di ecclesialità.
Al contrario devono insistere perché il loro messaggio di carità e solidarietà possa lievitare in un maggior numero di gambolesi.
 
    Giuseppe Maestrone
 

 
 

..:: Home  |  La Chiesa  |  Le Opere di Pregio  |  La Confraternita  |  Eventi   |  Contatti  |  IN BACHECA  |  Archivio fotografico ::..

Wizard | Condizioni d'Uso | Dichiarazione per la Privacy

Copyright (c) 2017 Confraternita di San Paolo in Gambolò